Il sito usa cookie tecnici per il suo funzionamento. Da questo sito, a tua scelta puoi usare servizi di terze parti che potrebbero fare uso di cookie propri. Continuando nella visita accetti l'utilizzo dei cookie.
Maggiori informazioni    ~    Ok

Il lignaggio Komyo Reiki

Il lignaggio della Komyo Reikido Italia

Mikao Usui
Chujiro Hayashi
Chiyoko Yamaguchi
Hyakuten Inamoto
, fondatore della Komyo Reikido
Chiara Grandi, fondatrice della Komyo Reikido Italia

Mikao Usui: nato nel villaggio Taniai-Mura il 15 agosto 1865. Fondatore della disciplina Reiki, la insegnò nella sua Usui Reiki Ryoho Gakkai. Ricevette la consapevolezza del Reiki durante una lunga meditazione sul monte Kurama e, considerata la straordinarietà di ciò che aveva ricevuto, decise di tramandarlo perché potesse essere d'aiuto a tutti. Morì nel 1926, quattro anni dopo aver fondato la sua scuola.

Chujiro Hayashi: fu uno dei venti allievi che divennero Maestri sotto la guida di Mikao Usui. Fondatore della scuola Hayashi Reiki Kenyudo, modificò la disciplina rendendola più tecnica e "fisica", riducendone però la parte spirituale che l'aveva contraddistinta. È grazie ad Hayashi Sensei se Reiki ha varcato i confini del Giappone, diffondendosi in America e poi in tutto il mondo. Morì nel 1940 dopo aver formato 17 maestri Reiki.

Gli insegnanti

(Nota: nella tradizione originale giapponese, e quindi anche nella scuola Komyo Reiki, non ci sono "Master" (maestri), ma Insegnanti.)

Chiyoko Yamaguchi: nata nel 1921, fu iniziata al Reiki all'età di 17 anni e fu una degli allievi di Hayashi Sensei. Fu impegnata nella diffusione del Reiki tradizionale fino al 2003, anno in cui morì.

Rev. Hyakuten Inamoto: nato nel 1940, fu allievo di Yamaguchi Sensei. Il Rev. Inamoto, monaco buddista della "Terra Pura" (la stessa religione del Maestro Usui) riporta la disciplina Reiki verso la metodologia originaria, incentrando cioè l'attenzione sul miglioramento dello stato spirituale dell'individuo (da cui derivano successivamente i benefici fisici). L'aspetto "mentale" dell'approccio al Reiki è infatti per il Rev. Inamoto una parte fondamentale della disciplina, poiché è la nostra mente a governare sul corpo e non il contrario. Il Rev. Inamoto fonda la Komyo Reikido affinché il messaggio originario del Reiki possa essere reso disponibile a tutti, ed è attualmente ancora impegnato nella diffusione del metodo Komyo Reiki (oggi presente in tutto il mondo).

Chiara Grandi: allieva di Inamoto Sensei, è stata la prima Komyo Reiki Teacher italiana. Per poter apprendere la discplina nel miglior modo possibile si è recata più volte in Giappone dove, grazie al Maestro Inamoto, non solo ha imparato la tecnica, ma ha potuto viverla nel suo ambiente originario, immergendosi completamente nel contesto dal quale ha avuto origine. A Kyoto, Chiara ha scoperto un modo diverso da quello occidentale di vivere Reiki, basato unicamente sul messaggio originario di Usui e spogliato di quelle regole e quegli usi che Reiki aveva ricevuto arrivando in occidente. Dopo aver portato in Italia la disciplina Komyo Reiki Chiara, con il benestare del Rev. Inamoto, ha fondato la Komyo Reikido Italia, la prima sede estera della scuola giapponese. Scopo di questa associazione è diffondere Komyo Reiki mantenendo inalterato l'insegnamento giapponese.

Shanti: dal 1996 Reiki Master del metodo trasmesso all'occidente dalla Signora Takata. Ha ricevuto il Master secondo il metodo del Reiki Universale nel 2000 e nel 2003 il Master Karuna Reiki. Dopo aver ricercato a lungo le origini del Reiki, ha incontrato Chiara Grandi dalla quale è stata attivata dal livello Shoden (primo livello), fino al livello Shinpiden, il livello insegnante, nel corso del 2009.

Prema: Master Reiki Universale dal 1998, ha ricevuto il Master secondo la tradizione occidentale nel 2000 e nel 2003 il Master Karuna Reiki. Nel 2010 ha ricevuto il livello Shinpiden (insegnante) da Tiziana Degregori (Shanti).

[su]